GESTIONE ESTEROMETRO STANDARD IN BUSINESS CENTRAL ITA

GESTIONE ESTEROMETRO STANDARD IN BUSINESS CENTRAL ITA

Guida all’ utilizzo dell’esterometro standard in Business Central ITA, passo dopo passo, documento girato tempo fa anche a Microsoft Italia, dato che ho fatto da beta tester.

 

1 SETUP E CONFIGURAZIONE

Per utilizzare l’Esterometro standard è necessario attivare i seguenti setup:

  1. Attivare “IMPORTO REPORT TRANSAZIONI IVA” aprendo la pagina “Setup registrazioni IVA” “Naviga” “Setup” “Importo report transazioni IVA

Impostare una qualsiasi data nel campo “Data inizio”.

Impostare un numeratore nella pagina “Setup report IVA” per la generazione del file “Esterometro”. Si ricorda che il numeratore può essere al massimo di 5 caratteri ed il valore del numeratore dovrà essere esclusivamente numerico ad esempio 00001.

  1. Valorizzare la tabella “Codici Carica

CODICE CARICA: stando alle specifiche tecniche, se la comunicazione la effettua direttamente la company non occorrerà indicare il codice carica.

Se invece si effettua la comunicazione tramite un terzo si dovrà indicare in “Setup report IVAil numero del codice carica e indicare, obbligatoriamente, nel campo “Nr fornitore” il terzo che effettuerà la comunicazione per te e indicare anche una data di inizio.

Nel caso il terzo non dovesse essere associato ad un numero fornitore, questo dovrà essere aggiunto nella lista fornitori, in quanto il tracciato XML prenderà la partita IVA dall’anagrafica del fornitore indicato.

  1. Indicare nella pagina “Setup registrazioni IVA” la natura dei codici IVA che hanno aliquota allo 0%

  1. Sempre nella pagina “Setup registrazioni IVA” ricordarsi che nel caso di acquisti di servizi intracomunitari si rende necessario fleggare “Servizio UE” per ogni codice IVA utilizzato a tale scopo.

Questo setup serve in fase di creazione del tracciato XML nel quale, grazie alla presenza del flag, la fattura (no nota credito) è “targata” come TD11 (acquisti di servizi intracomunitari) e non come TD10 (acquisti di beni intracomunitari).

  1. Infine curare l’anagrafica clienti e fornitori e verificare tutte le informazioni anagrafiche base siano completate

 

2 GENERAZIONE DEL FILE XML

Per ottenere l’estrazione del file XML dell’Esterometro cercare “Report IVA

Digitare “Nuovo

 

#1 – Setup e Configurazione

Impostare:

– nel campo “Versione” il valore “Dati fattura

– nel campo “Data di scadenza” il valore “Standard

– nei campi “Data inizio” e “Data fine” l’intervallo di tempo per la quale si vuole estrarre i documenti ed effettuare la comunicazione

Lo “Stato” sarà inizialmente “Aperto

 

#2 – Il secondo passaggio è quello di cliccare “Suggerisci righe”

Il sistema estrae in questo modo tutti i movimenti (dalla tabella “Movimenti IVA”) sia di tipo acquisto che di tipo vendita presenti nell’intervallo di tempo indicato.

Poiché all’interno della comunicazione dell’Esterometro si possono evitare di inserire tutti quei documenti per cui si ha già inviato oppure ricevuto un file elettronico XML, si potranno escludere dalla comunicazione tutti i movimenti di tipo vendita e tutti quelli che hanno come Codice Paese “IT”.

Per escluderli dalla comunicazione occorre togliere il flag “Elementi inclusi in report” a ciascun movimento

Per estrarlo rilasciare prima il file cliccando il tasto “Rilascio

E poi cliccare “Esporta

Verrà esportato un file XML

Finito! Ciao a tutti.

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: